carmelitecuria logo it

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Lo scapolare marrone

brownscapular01 450
 "Lo scapolare è segno dell’amore materno, permanente e stabile, di Maria verso i suoi fratelli e le sorelle carmelitani. Nel seguire la sua tradizione, soprattutto a partire dal secolo XVI, il Carmelo esprime la vicinanza amorosa di Maria al popolo di Dio mediante la devozione dello scapolare: segno di consacrazione a Lei, veicolo dell’aggregazione dei fedeli all’Ordine, e mediazione popolare ed efficace di evangelizzazione." (Costituzioni Carmelitane No. 27)

Segni nella vita quotidiana

Il mondo in cui viviamo è pieno di enti materiali che hanno un significato simbolico: luce, fuoco, acqua…

Nella nostra vita quotidiana vi sono, inoltre, esperienze di relazioni tra esseri umani che esprimono e simbolizzano significati più profondi, come ad esempio condividere un pasto (come segno di amicizia), prendere parte a una marcia di protesta (come segno di solidarietà), riunirsi in occasione di una festa nazionale (come segno di identità). Tutti noi abbiamo bisogno di segni e simboli che ci facciano capire cosa sta succedendo nel tempo presente, o cosa è successo nel passato, e che ci diano una consapevolezza di chi siamo, sia come individui che come gruppi di persone.

Segni nella vita cristiana

Gesù è il grande segno e dono dell’amore del Padre. Egli ha fondato la Chiesa come segno e strumento del Suo amore. La vita cristiana stessa ha dei segni propri. Gesù utilizza pane, vino e acqua per aiutarci a capire concetti più alti che noi non possiamo cogliere o comprendere. Nel celebrare l’eucarestia e gli altri sacramenti (battesimo, confermazione, riconciliazione, matrimonio, ordine sacro, unzione degli infermi) i vari simboli (acqua, olio, imposizione delle mani, anelli) hanno ciascuno il loro specifico significato e ci mettono in comunicazione con Dio, il quale è presente in ciascuno di essi. Così come vi sono segni liturgici, la Chiesa ne ha anche altri legati a eventi, tradizioni, o addirittura a personalità specifiche. Uno di questi è lo scapolare marrone della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.

Lo scapolare è un segno di Maria

Lo scapolare marrone della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo è uno dei segni della Chiesa da ormai molti secoli. È un segno approvato dalla Chiesa e accettato dall’ordine carmelitano in quanto segno esteriore dell’amore per Maria, della fiducia che i suoi figli hanno in lei e dell’impegno a vivere una vita ispirandosi a lei.

La parola “scapolare” indica un capo di tessuto che i monaci indossavano durante il loro lavoro. Con il trascorrere del tempo si è cominciato a dargli un significato simbolico, cioè la croce che deve essere portata ogni giorno in quanto discepoli e seguaci di Gesù. In alcuni ordini religiosi, così come nei carmelitani, lo scapolare si è trasformato poi in un segno del loro stesso stile di vita. Lo scapolare giunge a simbolizzare la speciale dedizione che i carmelitani hanno per Maria, Madre di Dio, e la fiducia nella sua protezione materna, così come anche il desiderio di essere come lei nel suo impegno per Cristo e verso gli altri. Per questo esso divenne un segno di Maria.

Dagli ordini religiosi al popolo di Dio

Durante il medioevo molti cristiani vollero essere associati con gli ordini fondati in quel tempo: francescani, domenicani, agostiniani e carmelitani. Gruppi di laici cominciarono a riunirsi in forma associativa, come per esempio in confraternite e sodalizi. Tutti questi ordini religiosi vollero dare a questi gruppi di laici un segno della loro affiliazione e partecipazione allo spirito e all’apostolato dell’ordine. Tale segno era spesso una parte dello stesso abito dell’ordine: una cappa, un cordone, uno scapolare. Per quanto riguarda i carmelitani, a un certo punto una versione più piccola dello scapolare fu accettata come segno di appartenenza all’ordine e come espressione della sua spiritualità.

Il significato spirituale dello scapolare

Lo scapolare fonda le sue radici nella tradizione dell’ordine, il quale ha visto in esso un segno della protezione materna di Maria. Per questo esso riveste un vasto significato spirituale ormai secolare, approvato dalla Chiesa Cattolica:

  • Esso significa l’impegno della sequela di Gesù sull’esempio di Maria, modello perfetto per tutti i discepoli di Cristo. Questo impegno trova la sua origine nel battesimo, nel quale noi diventiamo figli di Dio.
  • La Beata Vergine Maria ci insegna a:
    • aprirci a Dio e alla sua volontà, che si disvela negli eventi delle nostre vite
    • ad ascoltare la Parola di Dio nella Bibbia e nella vita, a credere in essa e mettere in pratica ciò che essa richiede
    • a pregare costantemente, in quanto via per scoprire la presenza di Dio in tutto ciò che accade intorno a noi
    • ad essere attenti e proattivi con chi ci circonda e ai loro bisogni
  • Esso ci guida nella comunità del Carmelo, una comunità di uomini e donne religiosi, che è esistita nella Chiesa per più di otto secoli. Lo scapolare ci richiama a vivere l’ideale di questa famiglia religiosa: una intima amicizia con Dio in preghiera.
  • Ci ricorda inoltre l’esempio dei santi del Carmelo, con i quali formiamo un forte legame di fratelli e sorelle nella famiglia carmelitana
  • È inoltre espressione del nostro credere che incontreremo Dio nella vita eterna, sostenuti dall’intercessione e dalla preghiera di Maria.

Alcune indicazioni pratiche

Gli individui che si decidono a farsi imporre lo scapolare marrone lo facciano una volta sola, autorizzati da un sacerdote o da un individuo autorizzato.

Lo scapolare può essere successivamente sostituito da una medaglietta recante da un lato l’immagine del Sacro Cuore di Gesù, e dall’altro l’immagine di Maria.

Lo scapolare ci chiama a vivere autenticamente il nostro essere cristiani secondo gli insegnamenti del Vangelo, a ricevere i sacramenti, a professare la nostra speciale devozione alla Beata Vergine Maria, devozione che dovrebbe esser vissuta quotidianamente – per esempio, attraverso la preghiera dell’Ave Maria, una lettura orante delle Scritture, oppure servendo i bisognosi. 

Breve forma di imposizione dello scapolare

Ricevi questo Scapolare segno di una relazione speciale con Maria, la Madre di Gesù, che ti impegni ad imitare. Questo Scapolare ti ricordi la tua dignità di cristiano, la tua dedizione al servizio del prossimo e all' imitazione di Maria. Portalo come segno della sua protezione e come segno della tua appartenenza alla famiglia del Carmelo. Sii disposto a compiere la volontà di Dio e ad impegnarti nel lavoro per la costruzione di un mondo che risponda al piano di fraternità, giustizia e pace di Cristo.  

Lo scapolare marrone non è

  • un talismano protettivo
  • una garanzia di salvezza eterna
  • una scusa per non vivere all’altezza dell’impegno di essere autenticamente cristiani

Lo scapolare marrone è un segno che

  • è stato approvato dalla Chiesa per oltre sette secoli
  • afferma la decisione di seguire Gesù sull’esempio di Maria:
    • aprendosi a Dio e alla sua volontà
    • guidati da fede, speranza e carità
    • essendo vicini ai bisogni del prossimo
    • pregando costantemente
    • scoprendo la presenza di Dio in tutto ciò che ci circonda
  • è segno di ingresso e partecipazione nella famiglia carmelitana
  • mira a una rinnovata speranza di incontrare Dio nella vita eterna, con l’aiuto della protezione e intercessione di Maria

Avviso sul trattamento dei dati digitali (Cookies)

Questo sito web utilizza i cookies per eseguire alcune funzioni richieste e per analizzare la fruizione del nostro sito web. Raccoglieremo le tue informazioni solamente se completi i nostri moduli di iscrizione o di richiesta di preghiera, in modo da poter rispondere alla tua e-mail o inserire le tue intenzioni / richieste nella preghiera. Non utilizziamo i cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci. Nessuna informazione, acquisita tramite i nostri moduli di contatto via posta elettronica, verrà condivisa con terze persone. "Le tue informazioni" restano "le tue informazioni personali".