carmelitecuria logo it

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Consigliere Generale per l’Africa

Al Capitolo Generale vengono eletti quattro frati come Consiglieri Generali in rappresentanza delle quattro aree geografiche dell'Ordine: (1) Africa, (2) Le Americhe, (3) Asia-Australia-Oceania e (4) Europa. I Consiglieri generali sono un collegamento tra le rispettive aree geografiche e il Consiglio generale. Insieme agli altri membri del Consiglio Generale condividono anche la responsabilità di promuovere il bene comune dell'intero Ordine.

Al Capitolo Generale di settembre 2019, i Padri Conrad Mutizamhepo (Africa), Luis Maza Subero (America), Robert Thomas Puthussery (Asia-Australia-Oceania) e Richard Byrne (Europa) sono stati eletti Consiglieri generali per le quattro aree l'ordine.

Fr. Conrad Mutizamhepo, O.Carm. Padre Conrad Mutizamhepo è il Consigliere Generale per l’Africa

Secondogenito di sei fratelli, P. Conrad è nato in una zona rurale dello Zimbabwe. Ha frequentato un collegio retto dai padri carmelitani e ciò ha avuto un importante influsso sulla sua scelta di entrare nell’Ordine. Ha iniziato il suo percorso formativo nel 1985, giungendo alla professione nel 1987. In seguito ha intrapreso lo studio della filosofia presso il Seminario Regionale Maggiore di Chishawasha, Harare. Ha poi proseguito con gli studi di teologia presso lo stesso seminario e successivamente all’Università dello Zimbabwe, dove ha ottenuto la laurea in teologia col massimo dei voti. Nel febbraio del 1994 ha emesso la professione solenne ed è stato ordinato sacerdote il 17 settembre dello stesso anno. Ha svolto il suo servizio presso la Missione Regina Cœli, nella diocesi di Mutare, dapprima come diacono e poi come sacerdote assistente (1993-1995); presso il Centro di Formazione Kriste Mambo in qualità di maestro dei postulanti e sacerdote assistente (1995-1997). Ha quindi proseguito gli studi presso l’Istituto di filosofia e teologia di Milltown, Dublino (1997-1999), conseguendo il Master in spiritualità. Al suo ritorno in Zimbabwe è stato nominato maestro degli studenti presso lo Studentato Mount Carmel (2000-2009) e in seguito priore della stessa casa (2009-2012). Dal 2000 al 2013 è stato docente di spiritualità presso Holy Trinity College; negli anni 2000-2005 e 2009-2013 ha insegnato presso il Seminario Regionale Maggiore di Chishawasha e presso l’Arrupe College (ora Università Arrupe dei Padri Gesuiti) dal 2002 al 2005. È stato Rettore del Holy Trinity College dal 2007 al 2013; durante questo periodo si è adoperato per ottenere l’accreditamento e la certificazione del programma accademico svolto nel suo College presso l’Università Cattolica dello Zimbabwe.

Al Capitolo Generale del 2013 P. Conrad è stato eletto Consigliere Generale dell’Ordine per l’Africa, per il sessennio 2013-2019, mandato che egli ha svolto con grande entusiasmo e creatività. Durante questo primo sessennio è stato anche il Consigliere Generale responsabile per la Commissione Carmelitana di Giustizia, Pace e Salvaguardia del creato, coordinando il lavoro per la realizzazione di un manuale carmelitano su questi temi.

Al Capitolo Generale del 2019 è stato eletto Consigliere Generale per l’Africa per un secondo sessennio. È altresì responsabile della Commissione per la Giustizia, la Pace e la Salvaguardia del Creato.

Avviso sul trattamento dei dati digitali (Cookies)

Questo sito web utilizza i cookies per eseguire alcune funzioni richieste e per analizzare la fruizione del nostro sito web. Raccoglieremo le tue informazioni solamente se completi i nostri moduli di iscrizione o di richiesta di preghiera, in modo da poter rispondere alla tua e-mail o inserire le tue intenzioni / richieste nella preghiera. Non utilizziamo i cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci. Nessuna informazione, acquisita tramite i nostri moduli di contatto via posta elettronica, verrà condivisa con terze persone. "Le tue informazioni" restano "le tue informazioni personali".