Salta al contenuto principale

Il Carmelo di Nostra Signora di Nazaret

Diocesi: Cabanatuan

Era l'8 luglio 1982 quando la giovane fondazione delle monache carmelitane di Guiguinto (Filippine) ha ricevuto l'invito del Vescovo della Diocesi di Cabanatuan, Mons. Vicente P. Reyes, D.D., per fondare un monastero nella sua diocesi e pregare per l'aumento delle vocazioni sacerdotali e religiose e la santificazione dei preti e delle famiglie cristiane.

Il 27 agosto, durante il loro Capitolo, le monache si sono mostrate favorevoli all'invito e si sono preparate per un eventuale incontro col vescovo di Cabanatuan. Le monache hanno fissato la data del loro primo viaggio per il 30 agosto, festa di S.Rosa di Lima, patrona della parrocchia dove si sono incontrate con il vescovo ed il cancelliere, Mons. Lamberto Bondoc. Quest'ultimo le ha generosamente offerto la sua casa e un pezzo di terreno nel bario di San Antonio, ma l'ubicazione della sua casa non era appropriata dato che si trovava molto isolata. Quindi il vescovo le ha offerto un ettaro di terra dietro il seminario, tale offerta ha soddisfatto le monache. Ma questa offerta non si è mai materializzata.

Il 22 settembre le monache hanno ricevuto dal vescovo il permesso ufficiale della fondazione. Nello stesso giorno è stata offerta una casa provvisoria alle monache ed una associazione di signore ha promesso di aiutarle nella realizzazione della fondazione. Tutto il clero della diocesi si è mostrato d'accordo alla nuova fondazione.

Nella festa della Nostra Signora del Pilar, il 12 ottobre 1982, le monache si sono incontrate con il vescovo e il Vicario Generale, Mons. Florentino Cinese, nella sua residenza che era allo stesso tempo la cancelleria. Durante questa seconda visita, il vescovo ha mostrato alle monache un luogo nella propria casa e le propose come la loro casa provvisoria. Sebbene le monache abbiano ritenuto questo luogo idoneo per loro, l'offerta non si è mai realizzata perché il sito è stato occupato da altre suore. Durante lo stesso periodo la famiglia Liwag, una famiglia locale molto facoltosa, ha offerto alle monache un pezzo di terreno per la costruzione del nuovo monastero, ma non è stato accettato perché si trovava molto lontano dalla città.

Durante un incontro tenuto il 29 novembre, il vescovo ha offerto, e le monache hanno accettato, una casa provvisoria a Muñoz, circa 30 minuti in macchina dalla città. La lettera ufficiale del vescovo, specificando il luogo della casa ed il permesso di prendere residenza, è stata firmata il 12 gennaio 1983. Il 2 marzo le monache di Guiguinto hanno ricevuto il molto atteso permesso da Roma per la nuova fondazione.

Il 22 marzo 1983, non potendo incontrare il vescovo molto malato, le monache si sono ritrovate con Mons. Ciceron Tombocon, vescovo ausiliare di Cabanatuan, che le ha aiutate a stabilire la data definitiva dell'inaugurazione e a preparare la cerimonia in Muñoz. La casa provvisoria è stata primariamente occupata dalle suore della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù che hanno lasciato temporaneamente il paese per mancanza di vocazioni. Quello stesso giorno, cinque monache, accompagnate da cinque donne, hanno incominciato a pulire e sistemare il locale.

L'erezione canonica del monastero contemplativo nella diocesi di Cabanatuan è stata celebrata l'8 aprile 1983 alle 12.30. La cerimonia di partenza è stata tenuta nella cappella del monastero di origine a Guiguinto. La Messa concelebrata è stata presieduta dal Vescovo di Malolos, Mons. Cirilo Almario e Mons. Deogracias Iñiguez, il confessore del monastero di Guiguinto. La prima comunità era composta da cinque religiose professe solenni e due professe semplici. Erano: Sr. Maria de los Angeles de Jesus, Sr. Ma. De Jesus Hervas, Sr. Ma. Susana Gracia, Sr. Ma. Bernardita Blanco, Sr. Ma. Soccoro Padin, Sr. Ma. Leoncia Sampana e Sr. Ma. Herminia de la Cruz. Sono state accompagnate da Sr. Inmaculada Rodriguez, allora priora del monastero di Guiguinto, e Sr. Maria del Henar Rodrigo, l'economa, ambe due fondatrici del Carmelo di Guiguinto. Il trasferimento definitivo al nuovo monastero è stato tenuto durante la prima settimana di Pasqua 1983. Si coincide con l'Anno Santo della Redenzione, un anno di grazia per la nuova comunità. Alla fine di aprile è morto il vescovo Reyes che ha avuto Mons. Ciceron Tombocon come successore.

Nella prima casa provvisoria le monache hanno incontrato molte difficoltà a causa della celebrazione irregolare dell'Eucaristia e nel trovare una possibile fonte di sostenimento per la comunità. Durante l'Avvento del 1983 la comunità ha avuto una terribile esperienza quando un tossicodipendente ha preso in mira il monastero a sassate, rompendo tutti i vetri della casa. Le monache sono rimaste nove mesi nella prima casa provvisoria. Poi, il 28 gennaio 1984, si sono trasferite nella seconda casa provvisoria localizzata al centro di Cabanatuan.

La benedizione della prima pietra del nuovo monastero è stata tenuta il 30 dicembre 1984. La cerimonia, partecipata da molte religiose e membri del Terz'Ordine Carmelitano, è stata presieduta dal Vescovo e da Mons. Deogracias Iñiguez.

In due anni, la costruzione del monastero è stata quasi ultimata e l'8 aprile 1986 (data di inaugurazione) le monache si sono trasferite definitivamente nella nuova casa. Dal primo anno dalla fondazione la comunità è cresciuta in numero ed oggi conta circa 20 religiose.

 

Indirizzo: Cloistered Carmelite Nuns
P.O. Box 213 3100
Cabanatuan City, N.E.
Filippine.

shieldOCarm

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.