Salta al contenuto principale

S. Alberto di Gerusalemme un padre per il Carmelo

San Giovanni d’Acri, sulla punta nord del golfo di Haifa, il 14 settembre 1214, durante la processione per celebrare la festa dell’Esaltazione della Croce, a cui partecipava l’intera comunità “franca”,

Leggi tutto
Alberto Patriarca di Gerusalemme nostro legislatore

Alberto degli Avogadro, presumibile cognome della sua famiglia, nato intorno all’anno 1150, a “Castro Gualteri”, località che oggi si trova nella diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, era stato educato, come ogni rampollo di nobile origine, nelle arti letterarie. Per approfondire i suoi studi,

Chiamati alla gioia

Molte pagine di letteratura teologica e spirituale sono state scritte per creare una certa diffidenza nei confronti della gioia. Queste pagine a volte hanno tratto ispirazione da una errata interpretazione delle "beatitudini evangeliche"

Messaggio del Santo Padre Francesco in Occasione dell’anno Giubilare Teresiano

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AL VESCOVO DI AVILA IN OCCASIONE DELL'APERTURA
DELL'ANNO GIUBILARE TERESIANO

Dal Vaticano, 15 ottobre 2014

A Monsignor Jesús García Burillo
Vescovo di Ávila

Caro Fratello,

La Veste Piú Bella - Lo Scapolare Del Carmelo

Il profeta Isaia ha un'espressione che noi Carmelitani facciamo nostra e che cantiamo spesso: “Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio, perché mi ha rivestito delle vesti di salvezza ...” (61, 10). E'proprio di queste vesti di salvezza, a cui viene dato, nel Carmelo, il nome di Scapolare, che vogliamo parlare.

Elia e Maria Modelli di Ascolto della Parola

Molte pagine sono state scritte sull’esemplarità di Elia e di Maria nell’ascoltare la Parola di Dio. Queste righe raccolgono soprattutto alcuni interrogativi, spunti di riflessione, tentativi di attualizzazione…

Affacciandoci sul mistero divino, così come si rivela nell’economia della salvezza, si potrebbe coniugare l’espressione giovannea "Dio è amore" con le parole "Dio è comunicativo".

Essere solidali

La povertà volontaria non può rimanere distaccata ed estranea dalla povertà involontaria che così tanti figli di Dio devono subire sul nostro pianeta. Se camminiamo sulle orme di Gesù in verità, allora dobbiamo saper fare nostra la sua preoccupazione per i poveri, i sofferenti e gli indifesi del nostro mondo.

---------*******---------*******---------

shieldOCarm

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.